Profilo

La nostra mission

Radio Cantù è un’emittente radiofonica locale con sede a Cantù in via Vittorio Veneto (nelle adiacenze della stazione ferroviaria di Cantù). Da ormai ben 40 anni, l’obiettivo di Radio Cantù è quello di fornire un servizio puntuale e completo ai cittadini di Cantù e della Brianza comasca dal punto di vista dell’informazione, dello sport della musica e dell’intrattenimento. La sua struttura si basa sulla collaborazione di ragazzi, giovani e adulti, selezionati e istruiti, che prestano il loro servizio volontario producendo programmi radiofonici originali, in stretto legame con gli ascoltatori e utilizzando tutte le nuove forme di interazione, tramite WhatsApp, sms, facebook e twitter, inserendosi nella redazione giornalistica e sportiva, aiutando l’emittente nella realizzazione di eventi esterni sul territorio. Una radio giovane, dinamica e attenta al proprio pubblico, cerca di dedicare la propria programmazione a tutte le età, dando spazio ai cosiddetti “generi di nicchia” e alla realtà poco conosciute. Oggi Radio Cantù è ideatrice e promotrice d’eventi e serate, quali lo Street Soccer, la Festa della Birra, e tanti altri.

La nostra storia

Radio Cantù Brianza nasce nell’ormai lontano 1977, assieme all’ondata delle prime radio libere d’Italia. Agostino Bonadei, ancora studente universitario, fonda l’emittente insieme agli amici Olga Sessolo e Giancarlo Borghi. Dopo pochi anni la proprietà passa a Guido Saldarini e Guido Pugnetti, che tengono le redini dell’emittente fino al 1988, anno della cessione alla famiglia Anzani. Ed è proprio Betty Anzani che per otto anni porta avanti l’attività informativa e sociale della radio canturina: dagli studi di vicolo Nava la voce dei dee-jays e dei presentatori porta nelle nostre case lo sport e l’attualità. Segue un periodo di declino e un primo rilancio, nel 1996: in quest’anno la radio viene rilevata da Don Mario Longo, all’epoca dei fatti rettore del “Collegio De Amicis”, con Don Lino Cerutti (figura rappresentativa della vita religiosa canturina), gli studi vengono trasferiti in Salita Camuzio. Contemporaneamente la radio acquista grande popolarità e le risorse umane toccano il massimo storico (ben 46 volontari). Nel 1999 Radio Cantù viene rilevata da Felice Borghi (attuale direttore dell’emittente) e da una cordata d’altri tre soci. Gli studi trovano una collocazione provvisoria in via Carcano, nella ex-sede dell’Istituto per Geometri. Poi la sistemazione definitiva: oggi Radio Cantù è diretta da un gruppo d’imprenditori e professionisti che hanno puntato su un secondo grande rilancio dell’emittente, godendo del sostegno d’enti locali e associazioni canturine.